cerca

Nucleare / Federalismo geologico

23 Maggio 2008 alle 14:10

L'Italia è un Paese geologicamente molto fragile perchè schiacciato tra la placca affricana e quella europea. Lo schiacciamento è ancora in essere ed i frequenti terremoti lo dimostrano, cosa che non succede nell'Europa continentale perchè più stabile. Inoltre è un Paese ad alta densità di abitanti per kmq. Tralascio altre considerazioni. Mi chiedo: perché l'Unione Europea non si sforza di favorire le forniture di energia prodotta da centrali nucleari esistenti nell'Europa continentale a prezzi non speculativi a quei Paesi svantaggiati geologicamente e più a rischio nucleare, come è l'Italia? Perché in un settore così delicato deve valere il più obsoleto (e pericoloso) nazionalisnmo non solo mercantile? Se il rischio in caso di incidente riguarda tutti (Chernobil docet), perché aumentarlo con il proliferare di centrali anche in Paesi geologicamente instabili? E' soltanto una ingenua utopia la mia idea? Eppure l'idea di Europa Unita nacque unendo (dopo due guerre mondiali fratricide) le risorse di base, il carbone e l'acciaio (CECA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi