cerca

Scelta radicale

15 Maggio 2008 alle 13:00

Come elettrice cattolica che ha dato il suo voto al Pdl mi sento tradita dalla scelta di Capezzone quale portavoce di Forza Italia. E come me tanti, almeno fra i miei conoscenti. Ma perché scegliere nel mazzo proprio un laicista come lui? Se il vero volto dell’Anarca si svela con selezioni di questo tipo non posso che essere seriamente preoccupata, quando penso che ho votato per il suo partito con la chiara intenzione di contrastare le discutibili scelte etiche del governo precedente e soprattutto dei “cattolici adulti” di sinistra come la Bindi e la Turco. Posso sperare nell’azione incisiva dei cattolici veri all’interno del Pdl (sono una grande ammiratrice di Mantovano) o in un’opposizione efficace di Casini (mah?), ma non vedo un futuro roseo per il contrasto al laicismo che speravo si concretizzasse dopo la grande vittoria elettorale del 13 aprile. In parte mi consola il fatto di aver dato il 50% del mio voto alla lista di Ferrara, che davvero incarnava radicalmente, a mio parere, quei valori in cui credo profondamente. Almeno sono a posto con la coscienza. Però ha vinto l’Anarca. E ora speriamo non prevalga l’anarchia. Benedetto, salvaci tu!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi