cerca

Realpolitik

15 Maggio 2008 alle 13:55

Leggo sul Financial Times che il Ministro Frattini non incontrerà il Dalai Lama in quanto si tratterebbe di una provocazione non necessaria nei confronti degli "amici Cinesi". D'altra parte supporta l'approccio del Dalai Lama all'autonomia del Tibet. Devo dire che preferirei avere per amico il Dalai Lama e che non mi sembra che quanto accade in Cina sia effetto delle provocazioni provenienti da altri Paesi. Questo rispetto nei confronti di un regime totalitario che ad oggi non ha la benché minima considerazione dei più elementari diritti umani è agghiacciante. Semmai Frattini dovrebbe rifiutarsi di incontrare le delegazioni cinesi... Ancora con sta realpolitik, quando invece siamo già tornati al containment e non ce siamo ancora accorti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi