cerca

Non bambine, ma prime della classe

10 Maggio 2008 alle 11:15

Apprezzo la scelta che il Presidente del Consiglio ha fatto. Sono certo che saranno delle ministre laboriose, sagaci e fattive. Era ora che la gerontocrazia chinasse un pò il capo per lasciare spazio ai giovani. Queste ragazze hanno l'età dei miei figli che debbono fortemente penare per affermarsi nel lavoro dopo anni di studio tra laurea, specializzazione e dottorato, anni forse perduti invano per il lavoro, ma arricchenti mi auguro per la vita. Spero che le giovani ministre si ricordino dei giovani. Le invito a osservare come vengono avviati e costantemente seguiti in Belgio, senza tempi morti e costantemente monitorati e mai privati del salario. Rivolgo loro i miei più affettuosi auguri di buon lavoro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi