cerca

Tirare di bolina

8 Maggio 2008 alle 17:15

Forse pochi ricordano che nel 1999, se non ricordo male, D'Alema ,intervistato da un autorevole giornale, spiegava come governare il paese avese profonde analogie con il governare una barca a vela. E poi aggiungeva come l'Italia fosse ormai un paese in cui era possibile governare tracciando una rotta,ma che erano consentiti pochi aggiustamenti sfiorando appena il timone. L'analogia era pertinente. Andando per mare in barca a vela il tuo motore è il vento e del vento non puoi determinare la direzione. Esso ti trasporta. Con le andature di poppa ti trascina e puoi solo timonare per correggere e sfruttare al meglio la direzione che il vento ti imprime. Con le andature di prua vai contro il vento e puoi navigare solo di traverso al tuo obiettivo,sbandato e prendendo tutta l'acqua del mare in faccia. E' divertente per un po',ma poi ti uccide;però spesso è l'unico modo per arrivare al tuo traguardo senza barare,ossia usando il motore. La metafora comunque per me fu illuminante. D'Alema,con una semplice immagine, mi parve esprimere tutta la volontà di abdicazione della funzione di governo vero del paese della classe politica italiana e forse degli italiani tutti. Il governo non detta la rotta ma la segue.Segue il vento. Il problema vero quindi rimane solo quello di capire da dove viene il vento e di inseguirlo. Sperando, naturalmente,che il mare non ingrossi troppo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi