cerca

Verona

6 Maggio 2008 alle 14:10

L'abitudine della stampa e dei maggiori giornali online di legare a tutti i costi un aggressione criminale per futili motivi ad una appartenenza politica mi pare contraria al rispetto dei fatti. Io non sono riuscito a leggere da nessuna parte che la povera vittima sia stata aggredita per ragioni politiche, mentre i fatti mostrano che è stata aggredita, semplicemente, per ragioni idiote, assurde, pretestuose o anche, come spesso avviene, per nessuna ragione, in linea col nichilsmo imperante. Il riflesso automatico di aggiungere a cazzo l'aggettivo "neonazi" o similare per dare a tutti i costi una connotazione politica (che i singoli autori possono avere o non avere) mi pare un comportamento tendenzioso e suggeritore lontano mille miglia dalla banalità del male umano che, questa sì, nessun giornalista sembra sappia più spiegare senza doverla ricondurre ad una banale sociologia. L'uomo fa il male. A Verona come in Austria. Ci vuole tanto a riconoscerlo e a scriverlo senza reticenze? Questo è il vero taboo della nostra epoca.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi