cerca

Voto utile e "banane"

23 Aprile 2008 alle 19:15

Ci risiamo. Per l’ennesima volta non abbiamo disperso il voto e adesso uno dei pochi uomini politici, forse l’unico con un certo livello di visibilità e credibilità, che poteva portare un contributo decisivo contro lo statalismo centralista di Fini e lo statalismo federalista di Bossi, resta a casa. Ovviamente parlo di Roberto Formigoni al quale evidentemente vogliono far pagare la sua capacità di amministrare mirando all’essenziale e facendo politica nel solo modo giusto, cioè pensando al bene comune e non agli interessi di parte. Sono amareggiato. Come lo sono gli amici scettici ai quali avevo chiesto ancora una volta fiducia confidando che sarebbe stata la volta buona. Inoltre temo che questo non preluda a niente di buono per quanto riguarda la possibilità che la legge elettorale venga modificata nel senso di poter tornare ad esprimere le preferenze, altrimenti il cav. e soci rischierebbero di trovarsi di fronte ad un plebiscito che li costringerebbe a tenere in considerazione chi dal popolo è benvoluto e con il popolo si coinvolge.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi