cerca

Problemi inutili e ruote sgonfie

23 Aprile 2008 alle 20:00

Vorrei ringraziare lo squisito Alessandro Longo (e ovviamente tutti quelli che la pensano come lui), per aver bollato come “problema inutile” la vita di mio fratello, uno dei tanti diversamente abili che ancora popolano il nostro paese e “vanno in bicicletta con le ruote sgonfie”. Forse non vinceranno il giro d’Italia, ma magari si godranno il panorama più degli altri partecipanti e alla fine della corsa saranno i più contenti. Mio fratello è cosi, è straordinario, è “sano”, vuole bene e si fa volere bene, non ha nulla da invidiare ai “suoi compagni di scuola” e non lo fa. Ma questo lo può capire, forse, solo chi parla per esperienza diretta o chi, semplicemente, ha preferito l’amore all’efficienza genetica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi