cerca

Una proposta per la politica fiscale

18 Aprile 2008 alle 16:13

Non illudiamoci, la riduzione del carico fiscale sarà simbolico, così come la riduzione della spesa pubblica. Non può essere altrimenti se non a scapito della pace sociale: è molto difficile, e forse non corretto, tagliare. Io mi accontenterei del blocco sia delle tasse che della spesa. La proposta quindi:chiunque ( individuo o impresa) dichiari un imponibile superiore a quello dell'anno precedente, non pagherà nessuna tassa sulla differenza. Si ottengono due vantaggi strategici: premio alla crescita e freno alla spesa. In pochi anni emergerebbe tutto il sommerso,ci sarebbe una crescita vera, si diminuerebbe il carico fiscale percentuale. Il tutto senza tagli assoluti, ma solo accettando di non spendere di più e di trovare le risorse per i nuovi progetti facendo efficienza sulle attività tradizionali. In management, si chiama(va) "Zero Base Budgeting". Certo che il rischio di premiare qualche furbo c'è,ma i vantaggi sono enormente superiori. Più ci penso, più mi sembra fattibile. Qualcuno vede grosse controindicazioni?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi