cerca

Cosa fare nei prossimi cinque anni

18 Aprile 2008 alle 21:08

Vorrei chiedere al nuovo governo, al quale non ho dato il mio appoggio elettorale (ho votato per la lista aborto? no, grazie) di procedere, ora che ha guadagnato un consenso davvero impressionante, a quei cambiamenti strutturali che servono al Paese: a) ricomposizione della spesa pubblica, da corrente a conto capitale; b) tagli drastici al personale della pubblica amministrazione; c) legame salario-produttività anche e soprattutto nel pubblico impiego; d) procedere alle liberalizzazioni, iniziando dai servizi pubblici locali e dalle ferrovie, separando nettamente reti e providers di servizio; e) privatizzare tutto il privatizzabile, destinando il 100% degli introiti all'abbattimento del debito pubblico; f) ridurre le aliquote fiscali a massimo 3, la più alta massimo al 33%; g) innalzare immediatamente, a partire dal 1 settembre 2008, l'età pensionabile a 65 anni. Questo è l'ultimo treno che potrà passare per questo paese. Se lo perdiamo, siamo semplicemente finiti, fuori mercato, senza futuro. Prendere o lasciare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi