cerca

All'inizio fu il "Sì, se puede"

16 Aprile 2008 alle 14:00

“Si può fare” deriva dall’obamiano “Yes We Can” che deriva a sua volta dal “Sí, se puede” (Spagnolo secondo i messicani, ovvero castigliano d’America, per chi come me è stato in Venezuela, usualmente tradotto come: “Yes, It can be done!” or “Yes, you (2 persona plur.) can do it!”) che fu il motto dell’United Farm Workers coniato nel 1972, durante un digiuno di protesta a Phoenix, Arizona durato 25 giorni da Cesar E. Chavez e Dolores Huerta, leader sindacalista di origine messicana. Quello che funziona nel mondo d’Obama, o Chavez non è detto che funzioni qua: se manca nell’avversario il senso di colpa calvinista dei WASP c’è il rischio di sentirsi dire “grazie al c…o, accomodati”. Come successo. Sulla lista pazza, un'altra volta. Forse.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi