Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

Come tutti i weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale

12 Gennaio 2018 alle 19:42

Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

Benedetto Tozzi, Subiaco – il ponte di S. Antonio, 1935

Come tutti i weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale. Ecco che cosa trovate in edicola (e potete scaricare qui dalle ventitré di venerdì)

 


 

- Storie di padri e figli. Altro che la bandiera del “tengo famiglia”. Carlo e Rodolfo De Benedetti, Luciano e Alessandro Benetton, fino al testamento di Caprotti contro gli eredi. Un conflitto generazionale senza fine - di Salvatore Merlo

 

- Catalogna follies. A oltre tre mesi dal referendum in Catalogna, c’è chi vuole governare via Skype e chi dalla prigione, ma la crisi non è ancora risolta - di Eugenio Cau

 

- Tutti gli uomini di Casaleggio. Chi contava e chi conta nella casa madre aziendale del M5s, passando dall’utopia-distopia alla realtà - di Marianna Rizzini

   

- Doppio terremoto. Distrutti dal sisma e dal potere giudiziario. Nelle regioni devastate del centro Italia nessuno si prende più la responsabilità di ricostruire - di Stefano Cianciotta

 

- Dimenticare Versace. Pure lo stilista ha la sua serie tv. Ma Miami preferisce non ricordare quella morte. Il no della famiglia - di Michele Masneri

 

- Il Caravaggio rubato, Totò Riina e le imposture dei pentiti. Quasi cinquant’anni di indagini, senza risultati. Il regista Roberto Andò fa i conti con un mito, tra realtà e immaginazione. Le riprese a Palermo, tra gli interpreti Micaela Ramazzotti e Alessandro Gassmann - di Riccardo Lo Verso

  

- Lessico televisivo. Guardate “X-Factor”: ogni cosa che accade lì è “una figata”. Siamo alla dittatura delle “emozioni” e dei “percorsi”. Si dice per non dire - di Andrea Minuz

  

- Come salvare i puzzoni. Trattato sugli odori. Dal codice Serracchiani al cinema e a Pitti Uomo, tanta voglia di lavanda - di Fabiana Giacomotti

 

- Libri senza padroni. Che fine fanno le grandi biblioteche private, spesso senza eredi? Appunti di un bibliomane sul destino delle letture di una vita - di Giuseppe Marcenaro

 

- Nuovo Cinema Mancuso, una pagina con le recensioni di Mariarosa Mancuso sulle ultime uscite nelle sale

 

- Requiem per il Vicenza. E’ stata la squadra di Paolo Rossi e Roberto Baggio, ha sfiorato lo scudetto e vinto una Coppa Italia. Così sta per finire la storia della prima vera grande provinciale del calcio italiano - di Giovanni Battistuzzi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi