cerca

Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nel numero del fine settimana

Come tutti i weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale

2 Maggio 2020 alle 06:00

Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nel numero del fine settimana

Particolare dell'Adorazione dell’Agnello Mistico di Jan van Eyck

Anche oggi, sabato 2 maggio, a differenza degli altri quotidiani, potete leggere Il Foglio con le sue dodici pagine di inserto culturale e Il Foglio Sportivo.

Per tutto il weekend lo potete scaricare in versione digitale dal nostro sito. Domani, domenica 3 maggio, lo troverete anche in versione cartacea nelle edicole delle vostre città. Ecco cosa trovate nell'inserto culturale. 


 

Il Dio dello smarrimento. Il dibattito sulle messe con il popolo ha oscurato la grande domanda: si tornerà a vivere la fede come prima? La creatività dei sacerdoti e il rischio di sopravvalutare la potenza delle immagini - di Matteo Matzuzzi

  

C’è un nuovo pop. I giornali, i libri, la poesia. Ma perfino la riscoperta della radio. Campionario dell’inedito intrattenimento di questi giorni di clausura - di Claudio Giunta

   

La sindrome di Thanatos. Trent’anni fa moriva lo scrittore americano Walker Percy. Ha previsto il nostro mostruoso utilitarismo - di Giulio Meotti

 

Pane, amore, fantasia. Impastare, sfornare, pubblicare sui social. Il nuovo movimento di unità nazionale è la pagnotta. E il lievito madre è la catarsi post quarantena - di Michele Masneri

 

Come (non) ci vestiremo. La difficile arte di provarsi un pantalone, una gonna, un maglione. Il rito e il costo della sanificazione - di Fabiana Giacomotti

  

I giorni e i riti del Ringraziamento - Te deum laudamus. Dopo la peste feste, danze e processioni. Una volta ricevuta la grazia c’è chi dimentica l’ira divina. Oppure proprio perché la ricorda chiede abbondanza  per rifarsi delle pene patite. I pittori del Seicento, i canti,  la mappa collettiva e anonima degli ex voto per i santi - di Francesco Palmieri

 

Frittata d’artista. L’isolamento ci costringe a ripensare anche la più banale delle attività. Cucinare per mangiare oppure per fare arte. La lezione dei futuristi - di Ugo Nespolo

 

Il canto della quarantena. Il nuovo album di Fiona Apple è un inno all’isolamento e al fare da soli. Anche i capolavori - di Simonetta Sciandivasci

  

C’è sempre una fase 2. Da Casanova a Dumas, da Kafka a Shakespeare, storie di prigionia e di fughe romanzate con un unico finale: liberarsi vuol dire crescere - di Nicola Fano

 

Nuovo Cinema Mancuso, speciale “Restando a casa”: una rassegna di consigli di Mariarosa Mancuso sui film da vedere in quarantena.

 

La polio, storia di una vittoria. Il virus che storpiava i bambini fu una grande paura del Novecento, ma fu sconfitto da due vaccini. Il grande rito collettivo di crescita sociale e di fiducia nella medicina nell’Italia del boom economico - di Maurizio Crippa

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi