cerca

Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

Come tutti i weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale

23 Novembre 2018 alle 20:55

Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

Come tutti i weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale. Ecco che cosa trovate in edicola (e potete scaricare qui dalle 11 di venerdì)

 


 

• L’animale che ti porti dentro – La furia del desiderio, il terrore dell’impotenza, la brutalità, l’immaginazione, il romanticismo. Francesco Piccolo indaga la condizione di maschio fra i maschi, tra cultura e inestirpabile bestialità – di Annalena Benini  

 

• La crepa Ghosn – Con la caduta rovinosa del dominus di Nissan-Renault s’è rotto qualcosa nel sistema globale dell’Auto. E affiora un conflitto di interessi nazionali – di Giuseppe Berta

 

• Un Gubitosi è per sempre – Fiat, Rai, Alitalia e ora la sfida più ardua: in Tim. La mano pubblica e l’incognita delle nozze con Open Fiber – di Stefano Cingolani

 

• Doppio passo a Sky – Da stagista nei quotidiani della provincia barese a star della tv di Murdoch. Storia di Giuseppe De Bellis (alias Beppe di Corrado) – di Marianna Rizzini

 

• La forza discreta dell’occidente – Così i francesi hanno eliminato uno a uno i sette capi terroristi che ordinarono la strage del Bataclan – di Daniele Raineri

 

Appunti dalla festa del Foglio – Meglio insieme, lezioni sul futuro delle democrazie – Sabino Cassese, Angelo Panebianco e Gianni Orsina discutono dei legami e delle insofferenze tra l’Italia, l’Europa e l’occidente. Anticorpi per affrontare l’onda populista e sovranista. Si può essere ottimisti

  

• Tech e giornali, sposi infelici – Approcci diversi, stesso problema: Facebook, Google, Apple e il rapporto di odio e amore con i media – di Eugenio Cau

 

• Pazzi di Dolores – “Giù la piazza non c’è nessuno”, il romanzo di Prato sull’esilio in casa propria, sta appassionando la Francia– di Simonetta Sciandivasci

  

• La fuga dei Bocelli –Qui solo sesto, in America “Sì” vola in testa alla hit parade: non accadeva dai tempi di “Volare”. Storie e paradossi della canzone italiana all’estero – di Maurizio Stefanini

 

• Nuovo Cinema Mancuso, una pagina con le recensioni di Mariarosa Mancuso sulle ultime uscite nelle sale

 

• L’altro Dio della tentazione – Cambia, per colpa di un verbo greco, la traduzione della preghiera cristiana più nota. Una svolta con tante resistenze respinte dal Papa: “Un padre non butta giù il figlio, ma lo aiuta a rialzarsi” – di Matteo Matzuzzi

Redazione

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi