cerca

Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

Come tutti i weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale

1 Giugno 2018 alle 19:18

Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

Kazimir Malevič, "Sportivi" (1930-1931)

Come tutti i weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale. Ecco che cosa trovate in edicola (e potete scaricare qui dalle 11 di venerdì)

 


 

Nostalgia tiranna - Ci manca tutto, anche l’aria, ma l’arte di rifugiarsi in un passato dorato è diventata un’arma maneggiata dai politici più radicali. Per uscire dalla dittatura ci vuole una storia d’amore con il futuro - di Paola Peduzzi

 

Scrivere la storia - Un’ambizione che comincia con Marx e finisce con Di Maio. Un mito, come il sovranismo, creato con i cascami di una filosofia defunta - di Massimo Adinolfi

 

La tv e l'epopea populista - Come le reti televisive si sono impegnate fino allo spasimo per portare al governo Lega e Cinque stelle - di Andrea Minuz

 

Occidente buddista - Ancora cardinale, Ratzinger l’aveva previsto. Scristianizzati e stanchi, un giorno ci saremmo consegnati alla fede nel Budda - di Giulio Meotti

 

L'Europa oltre il secolarismo - Cristiani sì, ma “non praticanti”. L’inutile tormento per i bei tempi che non torneranno più - di Matteo Matzuzzi

 

Siamo tutti piccoli ladri di frivolezze in un bagno d'albergo - Dalla pensione modesta all’hotel stellato, l’immancabile presenza dei flaconcini di shampoo e bagnoschiuma. Ora è lotta agli sprechi: comincerà il colosso Marriott con contenitori più ecologici e fissati alle pareti - di Michele Masneri

 

Seduttori addio - Uomini che non vogliono farsi notare, uniformi e uniformati. Come in un romanzo, si potrebbero scrivere memorie di puttanieri tristi - di Fabiana Giacomotti

 

Tecnologia canaglia - Dalla deperibilità dell’hardware all’invadenza dell’algoritmo. Fino ai social che generano mostri - di Gery Palazzotto

 

Il volo infranto - Era stato il primo uomo nello spazio, morì in un incidente aereo. Mosca dopo cinquant’anni apre gli archivi: ecco il vero Gagarin, eroe sovietico - di Micol Flammini

 

Nuovo Cinema Mancuso, con le recensioni di Mariarosa Mancuso delle ultime uscite nelle sale cinematografiche

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi