cerca

C’è del marcio in quel palazzo

Il “Sistema Trani” esisteva, ma era quello sbagliato: non il comune ma la procura. Storia di un’inchiesta capovolta

Luciano Capone

Email:

capone@ilfoglio.it

6 Luglio 2020 alle 10:57

C’è del marcio in quel palazzo

In un certo senso Ruggiero è un mini-Davigo: un giustizialista presidente dell’Anm locale quando Davigo lo è di quella nazionale (LaPresse)

Questa è la storia di un “sistema” che ne era un altro. Di accusati ingiustamente arrestati e di accusatori finiti alla sbarra. Insomma, un’assurda storia di ordinaria giustizia in una procura straordinaria: quella di Trani.   Partiamo dall’ultimo dato di cronaca. La procura di Lecce ha appena chiuso le indagini sul magistrato della procura di Trani Michele Ruggiero (ora in servizio a Bari) per violenza privata aggravata ai danni di due testimoni e falso ideologico. Il pm, secondo l’accusa, avrebbe...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi