cerca

Emanuele Severino, 90 e non li dimostra

Buon compleanno al massimo filosofo italiano vivente. Non è inventore di qualcosa, ma indicatore di una follia che resiste. Attinge al puro sapere filosofico, alla forza di una speculazione che cerca, che smaschera, che lascia segno

Davide D'Alessandro

Email:

filosofeggiodunquesono@gmail.com

26 Febbraio 2019 alle 12:10

Emanuele Severino,90 e non li dimostra

Emanuele Severino

Il massimo filosofo italiano vivente, tra i maggiori di sempre, compie oggi novant'anni ma non li dimostra. Non li dimostrano il suo pensiero, la sua forza teoretica, la sua tenacia, il suo persistere come classico, poiché classico lo è da tempo. Basta continuare a scorrerne l'opera fino a Testimoniando il destino, edito a gennaio scorso da Adelphi, per ritrovare in ogni passo la storia di una verità, non la sua verità, ma della verità di un'idea affermata attraverso una costruzione con solide basi e struttura difficilmente attaccabile. Emanuele Severino non è inventore di qualcosa, ma indicatore di una follia che resiste. Non usa strumenti farlocchi, non si nutre di fantasie modaiole, ma attinge al puro sapere filosofico, alla forza di una speculazione che cerca, che smaschera, che lascia segno.

 

Severino non lascia un 'opera, perché se un'opera è, vuol dire che sta. E ciò che sta non è soggetto a manipolazione. La potenza epistemica è a disposizione di chi desidera coglierla, di chi ha ancora occhi per vederla, di chi, dopo che la vede, non può non riconoscerla. Non con un atto di fede, ma con un atto di verità, che non è la verità del filosofo, bensì dell'intera architettura. La sinfonia di Severino, che ama la musica non meno della filosofia, va eseguita a prescindere dalla presenza del Maestro, si autoesegue, splende di luce propria poiché non è stata composta rimirandosi allo specchio, ma guardando gli uomini, abitatori del mondo, re che pensano di essere mendicanti. Il mio ultimo libro, Fogli & Voci. Abecedario di storia, filosofia e politica, edito da Morlacchi, è dedicato a lui. Come queste righe. Buona eternità, Maestro!

Davide D'Alessandro

Davide D'Alessandro

Saggista e consulente filosofico. Scrivo libri (i più recenti: Intervista a Machiavelli, con Antonio De Simone, La vita del potere, Potere & Morte. Le matite di Canetti, Morlacchi Editore), scrivo sui libri, sui loro autori, per interpretare e trasformare. Filosofeggio dunque sono.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • adriano.bregolin

    02 Marzo 2019 - 22:10

    il filosofo che ha scrtato il male e la morte

    Report

    Rispondi

  • riflessivo

    26 Febbraio 2019 - 19:07

    Dedico queste righe al Maestro Severino uno dei più grandi ed originali pensatori al mondo. Con lui la filosofia ha ripreso tutto il valore e la portata di un sapere fondamentale di cui l'umanità non può fare a meno pena l'irrilevanza e l'annientamento sostanziale. Un filosofo nel cui pensiero il principio di non contraddizione parmenideo:"l'essere è e non può non essere" non solo è un principio logico assoluto e fondante l'ontologia ma salda in una inscindibile unità ESSENZA ED ESISTENZA e fonda una filosofia che conduce alla verità dell'essere e alla sua indistruttibilità ed eternità. Una verità incontrovertibile che "sta" sicura, perché epistemica, verità preclusa alla scienza. Il suo pensiero è luce che ha illuminato ed illumina i miei studi di filosofia. Grazie agli insegnamenti del Maestro Severino ho potuto comprendere il grande e insostituibile valore della filosofia. Un vero e proprio filosofo sovrumano! Auguri vivissimi e di cuore. Grazie infinite Maestro Severino.

    Report

    Rispondi

  • riflessivo

    26 Febbraio 2019 - 19:07

    Il suo pensiero è luce che ha illuminato ed illumina i miei studi di filosofia, pensiero senza il quale il mio appassionato percorso filosofico non sarebbe neanche iniziato stante il fatto assurdo che il sapere filosofico è visto come superfluo nel mondo di oggi che rivolge erroneamente le sue attenzioni e ha fede soltanto nella scienza. Grazie agli insegnamenti del Maestro Severino ho potuto comprendere il grande e insostituibile valore della filosofia. Un vero e proprio filosofo sovrumano! Auguri vivissimi e grazie infinite Maestro Severino.

    Report

    Rispondi

Servizi