cerca

Il matriarcato per difendere l'orgoglio nazionale

Cari amici XY, per una volta che avevamo visto la partita; tifato per la squadra che ha vinto sebbene fosse sfavorita dagli aruspici; inveito contro l'arbitro tedesco, che però era inglese; preferito la Rai a Sky per unirci alla Nazione, trovando belli persino Amedeo Goria e Giorgio Chiellini, ci avete rovinato tutto.

14 Giugno 2016 alle 17:52

Il matriarcato per difendere l'orgoglio nazionale

Un momento della partita Italia- Belgio (foto LaPresse)

Cari amici XY, per una volta che avevamo visto la partita; tifato per la squadra che ha vinto sebbene fosse sfavorita dagli aruspici; inveito contro l'arbitro tedesco, che però era inglese; preferito la Rai a Sky per unirci alla Nazione, trovando belli persino Amedeo Goria e Giorgio Chiellini; letto "brillante" anziché "deficit cronico", accanto a "Italia" sul Times, ci avete rovinato tutto. Al bar, a nove ore dai due gol che l'Italia ha assestato al Belgio, vi abbiamo sentiti decostruire la partita: "abbiamo vinto solo grazie alla difesa della Juventus", avete detto. Vero che lo avete detto? E senza nemmeno essere juventini: cosa c’era, nel vostro cappuccino, oltre a latte di gufo e cervello d'oca? Nemmeno sotto una governa guidata da Laura Boldrini si sentirebbero discorsi così contrari all'igiene emotiva del Paese. Il matriarcato sarebbe, forse, l’unica forma di governo capace di impedire che gli inglesi si godano più degli italiani non solo la campagna toscana, ma pure la nostra nazionale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi