cerca

Croazia

Girone D. Allenatore: Ante Cacic. Quello che è accaduto nel paese negli ultimi quattro anni.

9 Giugno 2016 alle 21:27

Croazia

Il 22 gennaio 2012 il 66,7 per cento dei croati votarono sì al referendum per l’adesione all’Unione Europea. Il primo giugno 2016 si è presa la soddisfazione di poter decidere col suo sì sull’adesione della Serbia. Il primo quadriennio nell’Ue è stato accompagnato da una ripresa del Pil, ma alle elezioni dello scorso 8 novembre il socialdemocratico Zoran Milanoviç, premier uscente, ha perso la maggioranza. Neanche il centro-destra di Tomislav Karamarko è riuscito a imporsi, per l’irruzione della terza forza, il “Most” (Ponte), simile ai Ciudadanos spagnoli. Un accordo tra Most e il centro-destra ha fatto così nascere il governo di Tihomir Ore‰koviç: tecnocrate già emigrato in Canada, dove era diventato un alto dirigente della multinazionale farmaceutica Teva. Dopo quattro mesi però la maggioranza è già andata a pezzi. I croati possono consolarsi con la nazionale più forte dei Balcani: terza ai Mondiali del 1998, qualificata in quattro delle ultime cinque edizioni degli Europei.

 

 

I CONVOCATI DAL CT CACIC

 

fonte: twitter ufficiale Uefa

 

IL MEGLIO DEL CAMMINO VERSO EURO 2016

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi