Foto LaPresse/Vasily Krestyaninov 

dialogo sull'impunita'

Un attivista ci racconta come funziona il sistema di repressione in Kazakistan

Maurizio Stefanini

Il paese, occupato dalle truppe di Putin e Lukashenka, è chiuso da una cortina di ferro all’interno della quale si continua a sparare ai civili protagonisti della più massiccia protesta pacifica dopo 30 anni di terrore, corruzione e propaganda. E l'Ue sta a guardare

Di più su questi argomenti: