Video

Cinque domande per capire la guerra in Nagorno Karabakh

Tutto quello che c'è da sapere sullo scontro tra Armenia e Azerbaigian, in meno di cinque minuti

Luca Gambardella

Il conflitto nel Caucaso meridionale va avanti, sopito, da quasi cento anni. Ora si è risvegliato, con bombardamenti da entrambe le parti. I protagonisti, i fatti, il ruolo degli ingombranti vicini di casa e quello dell'Italia

Il Nagorno Karabakh, territorio a maggioranza armena ma sotto il controllo dell'Azerbaigian, è di nuovo conteso tra i due paesi. Il conflitto, sopito da anni, è tornato a esacerbarsi in queste settimane. Per che cosa si combatte, chi sono le parti in causa, quali gli stati più potenti che hanno interessi e influenza nella zona e cosa è cambiato oggi rispetto a qualche tempo fa, quando sembrava che la situazione fosse più o meno stabile. E perché uno scontro militare in una terra lontana e misteriosa dovrebbe fare preoccupare anche l'Italia.


Proviamo a rispondere a cinque domande sulla guerra nel Nagorno Karabakh, in meno di cinque minuti

  

Di più su questi argomenti:
  • Luca Gambardella
  • Sono nato a Latina nel 1985. Sangue siciliano. Per dimenticare Littoria sono fuggito a Venezia per giocare a fare il marinaio alla scuola militare "Morosini". Laurea in Scienze internazionali e diplomatiche a Gorizia. Ho vissuto a Damasco per studiare arabo. Un paio di tirocini al ministero Affari esteri e al Parlamento europeo, abbastanza per capire che dovevo fare altro. Nel 2012 sono andato in Egitto e ho iniziato a scrivere di Medio Oriente e immigrazione come freelance. Dal 2014 lavoro al Foglio.it