cerca

E le coperture?

Dopo il debito comune, le tasse comuni europee. La prossima sfida dell’Ue

Per finanziare il Recovery fund devono essere trovate risorse proprie (utili anche contro il dumping). Il problema dell’unanimità

23 Luglio 2020 alle 06:00

Dopo il debito comune, le tasse comuni europee. La prossima sfida dell’Ue

Paolo Gentiloni (foto LaPresse)

Bruxelles. Il costo futuro per l’Italia del Recovery fund potrebbe scendere verso lo zero, se l’Unione europea introdurrà nel suo bilancio un nuovo sistema di risorse proprie che permetta di finanziare il pagamento degli interessi e la restituzione del debito comune che sarà emesso per i sussidi destinati agli stati membri. Tassa sulla plastica riciclabile, Digital tax, Carbon tax alla frontiera, un prelievo sul sistema degli scambi di emissioni Ets: sono queste le quattro nuove risorse proprie su cui i...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

David Carretta

Corrispondente a Bruxelles per Radio Radicale. Da nove anni copre le istituzioni europee e altri eventi internazionali e cura una rassegna della stampa internazionale. Dal 2004 collabora regolarmente con il Foglio, scrivendo di Europa, Nato, relazioni transatlantiche, politica francese e Belgio. E' stato militante radicale, assistente al Parlamento europeo e tesoriere di Non c'è Pace senza Giustizia. Dopo un decennio a contatto con le istituzioni europee, il suo euro-entusiasmo si è trasformato in euro-realismo: l'Europa è quello che è, ma se non ci fosse bisognerebbe inventarla. Così anche per i radicali.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi