cerca

L’Italia è diventata l’esperimento perfetto del soft power cinese. E la colpa è del M5s

Da un anno il dibattito pubblico è cambiato. “Di Battista mette in luce l’inadeguatezza politica dei Cinque stelle” dice Poggetti (Merics)

21 Aprile 2020 alle 06:00

L’Italia è diventata l’esperimento perfetto del soft power cinese. E la colpa è del M5s

(foto LaPresse)

Roma. Quello che Pechino – o meglio, l’ambasciata cinese in Italia – ha capito meglio del nostro paese è che è molto facile sfruttare il sentimento populista anti Unione europea, unito alle altre caratteristiche tradizionali degli anti-sistema contrari a tutto: alla Nato, all’America, ai trattati di libero scambio. Le parole di Alessandro Di Battista, il Tiziano Terzani del dibattito politico italiano, sull’avvicinamento italiano alla Cina sono solo la conferma di una posizione consolidata del M5s già da tempo. Per Pechino...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giulia Pompili

Giulia Pompili

Giulia Pompili è nata il 4 luglio. E' giornalista del Foglio dove scrive soprattutto di Asia – nel 2012 ha vinto il premio giornalistico "Umberto Agnelli" della Fondazione Italia Giappone. Recita a memoria i test missilistici di Kim Jong-un, ma pure le canzoni degli Afterhours. E' terzo dan di kendo.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi