cerca

Bravo Macron, sul diritto di criticare l’islam sta con Mila e contro i vigliacchi “responsabili”

“La legge è chiara: in Francia abbiamo il diritto alla blasfemia, alla critica della religione”. La posizione del presidente francese sulla libertà di espressione è pressoché unica fra i capi di stato europei

14 Febbraio 2020 alle 06:00

Bravo Macron, sul diritto di criticare l’islam sta con Mila e contro i vigliacchi “responsabili”

Foto LaPresse

Roma. Quando i portabandiera della libertà di espressione cadono sotto i colpi degli islamisti sono tutti “Je suis”, vestono tutti il tricolore francese, la Marianna e gli emblemi della laïcité. E’ quando c’è da difenderli da vivi, quando sono sotto attacco, che i leader francesi latitano e vestono la lâcheté, la vigliaccheria. Jacques Chirac nel 2006 condannò le “provocazioni di Charlie Hebdo: la libertà d’espressione deve esercitarsi in uno spirito di responsabilità”. Sei anni dopo, Charlie pubblicò un ciclo di...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giulio Meotti

Giulio Meotti

Lavora al Foglio dal 2003. Si è laureato in Filosofia. Ha scritto per il Wall Street Journal. È autore di quattro libri su Israele, alcuni tradotti in più lingue. È sposato. Ha due figli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • garinperin

    14 Febbraio 2020 - 17:45

    Finalmente!!! E gridiamolo forte : Je suis Macron!!!

    Report

    Rispondi

Servizi