cerca

Reportage

Le custodi del califfato

Nel campo profughi di al Hol in Siria c’è una parte per le straniere dello Stato islamico, piena di fanatiche che ancora sperano che tornerà il terrore e brutalizzano le altre. C'è anche un’italiana che non sa se vuole tornare

13 Febbraio 2020 alle 06:00

Le custodi del califfato

Foto Daniele Raineri dal campo profughi di al Hol in Siria (tutti i diritti riservati)

Dal nostro inviato in Siria. “Siete voi gli italiani?”. La donna è piccoletta e ci raggiunge quando ormai siamo quasi arrivati alla porta di uscita nel reticolato. Ha il volto coperto per intero dal niqab nero, non vuole dire il suo nome, quando parla con accento del nord ogni tanto mescola parole di arabo e di inglese perché la lingua italiana le è rimasta dentro ma fa qualche sforzo per uscire da sotto gli strati delle cose che le sono...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Daniele Raineri

Daniele Raineri

Di Genova. Nella redazione del Foglio mi occupo soprattutto delle notizie dall'estero. Sono stato corrispondente dal Cairo e da New York. Ho lavorato in Iraq, Siria e altri paesi. Ho studiato arabo in Yemen. Sono stato giornalista embedded con i soldati americani, con l'esercito iracheno, con i paracadutisti italiani e con i ribelli siriani durante la rivoluzione.

Segui la pagina Facebook

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • guido.valota

    13 Febbraio 2020 - 19:52

    Le guerriere della notte. Situazione che surclassa la letteratura horror-distopica. Neppure a Hollywood hanno sceneggiatori migliori degli islamisti.

    Report

    Rispondi

Servizi