cerca

In Europa nessuno vuole cedere alla sfida dei populisti sul Mes

Gualtieri indebolito in Italia dal M5s, Scholz in Germania dall’Spd. Per entrambi è difficile cedere sul Fondo salva stati

4 Dicembre 2019 alle 20:50

In Europa nessuno vuole cedere alla sfida dei populisti sul Mes

Mario Centeno (foto LaPresse)

Bruxelles. Il presidente dell’Eurogruppo Mario Centeno, il ministro delle Finanze francese Bruno Le Maire e il commissario all’Economia Paolo Gentiloni hanno deciso di sfidare i populisti italiani sulla riforma del Meccanismo europeo di stabilità (Mes), per non perdere l’occasione, forse unica, di fare un passo verso il completamento dell’Unione bancaria con la garanzia europea sui depositi (Edis). Le difficoltà che stanno attraversando i governi di Italia e Germania hanno messo in dubbio tutto il pacchetto che oggi era in discussione...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

David Carretta

Corrispondente a Bruxelles per Radio Radicale. Da nove anni copre le istituzioni europee e altri eventi internazionali e cura una rassegna della stampa internazionale. Dal 2004 collabora regolarmente con il Foglio, scrivendo di Europa, Nato, relazioni transatlantiche, politica francese e Belgio. E' stato militante radicale, assistente al Parlamento europeo e tesoriere di Non c'è Pace senza Giustizia. Dopo un decennio a contatto con le istituzioni europee, il suo euro-entusiasmo si è trasformato in euro-realismo: l'Europa è quello che è, ma se non ci fosse bisognerebbe inventarla. Così anche per i radicali.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi