Perché non dovremmo stupirci della partita Nba contro Pechino

Giulia Pompili

10/10/2019

Perché non dovremmo stupirci della partita Nba contro Pechino

Un cartellone pubblicizza l'esibizione tra le squadre di Nba Los Angeles Lakers e Brookly Nets a Pechino (foto LaPresse)

Da anni la Cina boicotta le aziende che vanno contro la sua visione del mondo. Ci è passata anche l’Italia. Dalla censura si passa all’autocensura. Ma per la prima volta qualcuno risponde

Roma. Business is business per tutti, tranne che con la Cina, dove gli affari sono anche uno strumento politico, e una parola sbagliata può far saltare contratti milionari. Il metodo della rappresaglia economica è ormai consolidato a Pechino. Solo che in passato succedeva soprattutto per le decisioni che prendevano i governi, che provocavano boicottaggi diplomatici e commerciali. Negli ultimi anni, nella nuova Cina di Xi Jinping sempre più potente e influente, il risentimento cinese sta colpendo tutti i settori, soprattutto...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.