cerca

Erdogan si muove in Siria e l'Ue teme una nuova ondata di migranti

Il ministro tedesco Seehofer prevede uno scenario peggiore di quello del 2015 e i leader europei sono ancora più cauti di prima su qualsiasi sistema di ripartizione

9 Ottobre 2019 alle 19:44

Erdogan si muove in Siria e l'Ue teme una nuova ondata di migranti

Il campo profughi di Lesbo in Grecia (foto LaPresse)

Due giorni fa il ministro dell’Interno tedesco, Horst Seehofer, ha rilasciato una dichiarazione molto forte, che avrebbe dovuto incentivare i suoi colleghi riuniti a Lussemburgo a incollarsi alla sedia e a discutere una vera politica Ue sull’immigrazione. “Nell’autunno del 2019 – ha detto Seehofer alla Bild – bisogna tenersi pronti a una ondata migratoria senza precedenti, anche più grande di quella del 2015”. D’altra parte, il vertice di martedì non ha portato a risultati concreti sul piano di redistribuzione dei...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Luca Gambardella

Luca Gambardella

Sono nato a Latina nel 1985. Sangue siciliano. Per dimenticare Littoria sono fuggito a Venezia per giocare a fare il marinaio alla scuola militare "Morosini". Laurea in Scienze internazionali e diplomatiche a Gorizia. Ho vissuto a Damasco per studiare arabo. Un paio di tirocini al ministero Affari esteri e al Parlamento europeo, abbastanza per capire che dovevo fare altro. Nel 2012 sono andato in Egitto e ho iniziato a scrivere di Medio Oriente e immigrazione come freelance. Dal 2014 lavoro al Foglio.it

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Skybolt

    10 Ottobre 2019 - 12:12

    Gentilissimo, Seehofer era intervenuto prima che Erdogan si muovesse, e come lui le "perplessità" su Malta etc risalgono già a un mese fa. Se il tentativo è: Malta era bellissimo, ma accidenti quel puzzone di Trump ci ha rovinato, riprovi in altro modo. Malta era da subito una bufala, anzi, le dirò di più, Malta è stata possibile solo per via dei porti chiusi. Non appena i sodali europei hanno visto i dati dell'ultimo mese, ci hanno ripensato.Con immutata stima.

    Report

    Rispondi

Servizi