cerca

Di nuovo en marche

Il “secondo atto” di Macron ha dati economici più solidi e un vantaggio: il presidente impara in fretta

12 Settembre 2019 alle 06:19

Di nuovo en marche

Emmanuel Macron (Foto LaPresse)

Milano. L’Europa che verrà è una gran vittoria per Emmanuel Macron, non soltanto perché i volti più visibili, chiacchierati e promettenti hanno a che fare con lui – e sono volti di donna: la presidente della commissione Ursula von der Leyen, la supercommissaria Margrethe Vestager, le due francesi, Christine Lagarde alla guida della Bce e Sylvie Goulard al Mercato interno, se sopravvive allo scandalo sulle spese del suo vecchio partito MoDem – ma anche perché i ritornelli più scanditi sembrano...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Paola Peduzzi

Paola Peduzzi

Scrive di politica estera, in particolare di politica inglese, francese e americana. Tiene sul Foglio una rubrica, Cosmopolitics, che è un esperimento: raccontare la geopolitica come se fosse una storia d'amore - corteggiamenti e separazioni, confessioni e segreti, guerra e pace. Sposata, ha due figli, Anita e Ferrante.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi