cerca

Il tweet totalitario

Un libro denuncia la dittatura del demos, un mostro con una testa liberale e una populista

5 Agosto 2019 alle 10:13

Il tweet totalitario

Donald Trump (Foto LaPresse)

Lo sghembo percorso che Kevin D. Williamson traccia nel suo ultimo libro inizia con le scimmie di New Delhi, “l’equivalente dei ratti di New York con un quoziente intellettivo alto e il pollice opponibile” che vengono incautamente riverite per ragioni religiose e civili. I turisti lanciano loro hamburger di McDonald’s, circostanza che le rinvigorisce e le conforta nel loro scimmiesco proposito di infastidire le persone alla ricerca di cibo. Le ben pasciute e coccolate bestiole che circolano soprattutto attorno ai...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • branzanti

    05 Agosto 2019 - 15:03

    È sempre interessante sapere quali libri (e quali autori) non meritano neppure di essere toccati. Un grazie a Ferraresi.

    Report

    Rispondi

    • Carlo A. Rossi

      05 Agosto 2019 - 17:05

      Non credo che il senso dell'articolo fosse quello, bensì di far notare come i "liberals", che Lei difende sempre a spada tratta, non siano davvero meglio di quel Belzebù di Trump. Ma forse sono io che sbaglio, sa com'è, essendo conservatore, ho torto a prescindere. Anzi, come si esprimono gli intelligenti, "di default".

      Report

      Rispondi

      • branzanti

        06 Agosto 2019 - 12:12

        Caro Rossi io non mi ritengo affatto un liberal (liberale si), nella 2* Repubblica ho praticamente sempre votato centro dx e credo che quando si alza l'odio le responsabilità non siano esclusiva di qualcuno, ma certamente chi ricopre un ruolo che dovrebbe essere di unione, quel Belzebù non può che essere duramente criticato. Mio padre, partigiano non comunista, ricordava quando il loro comandante, poi a lungo esponente PCI, li incitava ad odiare e come trovava aberrante ciò. Un tempo il monopolio dell'odio era il loro, oggi temo sia transitato altrove, io cerco, nella mia modestia, di contrastarlo. Grazie per la conversazione.

        Report

        Rispondi

Servizi