cerca

Il genocidio dei cristiani nelle Filippine (che non commuove i tg)

Ventisette morti, tra cui molti bambini, nell'attacco islamista alla cattedrale di Jolo, che dal 2000 a oggi ha subito 10 attentati

Giulio Meotti

Email:

meotti@ilfoglio.it

28 Gennaio 2019 alle 20:08

Il genocidio dei cristiani nelle Filippine (che non commuove i tg)

È genocidio di cristiani: 27 morti nelle Filippine, dove da anni i musulmani radicali di Abu Sayaf prendono di mira i fedeli cattolici. Due bombe sono esplose ieri mattina in una cattedrale sull'isola di Jolo, nelle Filippine, durante la messa della domenica. I terroristi appartengono a un gruppo vicino all'Isis, che ieri ha diffuso nei suoi canali una nota in cui rivendica l'attentato. Nel tempo della viralità del web, i cristiani massacrati sono gli unici che non meritano l’etere.

  

 

Immaginate la furia globale, le sessioni Onu, i tg della sera, i flash mob, se un commando di terroristi cattolici avesse fatto strage in moschea di venerdì. Per i morti cattolici nelle Filippine, 20 secondi di servizio al Tg1, nessuna sessione, nessuna piazza, una immensa vergogna.

  

Ci sono molti bambini fra i cattolici saltati in aria nella cattedrale di Jolo: Rhea Mae Carlos (5 anni), Garda Dugay (10 anni), Chelsie Rubio (10 anni), Justin Manansala (11 anni), Michelle Morales (13 anni).

 

  

Ecco lo spaventoso elenco degli attacchi islamisti che soltanto la cattedrale di Jolo ha subito in questi anni:

3 giugno 2000

27 marzo 2006

7 luglio 2009

27 ottobre 2009

31 dicembre 2009

10 gennaio 2010

21 maggio 2010

1 agosto 2012

14 agosto 2013

27 agosto 2019 

  

Giulio Meotti

Giulio Meotti

Lavora al Foglio dal 2003. Si è laureato in Filosofia. Ha scritto per il Wall Street Journal. È autore di quattro libri su Israele, alcuni tradotti in più lingue. È sposato. Ha due figli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Carletto48

    31 Gennaio 2019 - 09:09

    Da qualche parte c'è scritto: il Signore rende ciechi chi si vuole perdere. Forse il libro di Isaia?

    Report

    Rispondi

Servizi