cerca

L'uragano Michael ha lasciato "una distruzione inimmaginabile"

Almeno sei morti e migliaia di sfollati. Nelle zone costiere della Florida dove si è abbattuta la tempesta ci sono case strappate dalle fondamenta, treni ribaltati e linee elettriche sparse per le strade

12 Ottobre 2018 alle 14:00

Loading the player...

L'uragano Michael ha lasciato dietro di sé "una distruzione inimmaginabile" sulle zone costiere della Florida, dice il governatore dello stato, Rick Scott: "Tante famiglie hanno perso tutto". Nelle zone più colpite dello stato americano ci sono case strappate dalle fondamenta, treni ribaltati e barche arenate. Moltissimi alberi sono stati abbattuti dai venti a 250 chilometri all'ora e ci sono linee elettriche sparse per le strade. L'uragano è atterrato mercoledì vicino alla città di Mexico Beach alle 14 locali (le 18 italiane). Almeno sei persone sono morte: quattro in Florida, una in Georgia e una in North Carolina.

 

Un treno capovolto dall'uragano Michael a Panama City, Florida (foto LaPresse)


 

È stata una delle tempeste peggiori a colpire la Florida dalla metà del 1800, secondo i funzionari del Fema, l’ente federale per la gestione delle emergenze degli Stati Uniti. Classificato di livello quattro su cinque nella scala Saffir-Simpson, Michael ha scoperchiato i tetti e danneggiato molti edifici nei quartieri più vicini al mare. Si è poi indebolito mentre si spostava verso nell'interno verso nord-est. Secondo le prime stime circa 6.000 persone sfollate hanno trovato riparo nei centri di accoglienza ed emergenza allestiti nell’entroterra.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi