L’Egitto ha un buon motivo per tenere a bada Hamas, e si vede

Il Cairo usa toni duri (e minacciosi) per contenere il gruppo palestinese a Gaza. L’intesa con Israele e la priorità del Sinai

18 Maggio 2018 alle 06:00

L’Egitto ha un buon motivo per tenere a bada Hamas, e si vede

Il valico di Rafah tra l'Egitto e la striscia di Gaza (foto LaPresse)

Milano. Dopo il lunedì di violenza lungo il reticolato che separa Gaza da Israele, l’intensità delle proteste e il numero di manifestanti sono diminuiti. All’origine del ritorno alla calma, c’è la mediazione del vicino Egitto. Il Cairo aveva già provato domenica a mediare, quando “la marcia del ritorno” e le manifestazioni palestinesi non erano ancora cominciate, ma era già partita la mobilitazione da parte di Hamas, il gruppo islamista che controlla la Striscia di Gaza. Il capo dell’intelligence egiziano, il...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi