cerca

Chi ispira Putin

Li cita e li distribuisce fra i collaboratori. Sono i libri dei filosofi amati al Cremlino. Teorizzano lo scontro fra Russia e occidente

18 Marzo 2018 alle 06:00

Chi ispira Putin

Foto LaPresse

Ai tempi di Boris Eltsin, l’accademico Nikita Moisseev, uno dei mostri sacri della scienza russa, disse: “Nessun paese può vivere senza ideologia, altrimenti precipita nel caos”. Era stato appena buttato via come un vestito stretto il socialismo di Gorbaciov, ma anche l’emulazione dell’occidente, affogata nel disastro delle riforme, nei tassi alcolici e in quella che il Nobel della Letteratura Iosif Brodskij definì “xenofobia uterina” della Russia immensa e continentale. Ci avrebbe pensato Vladimir Putin, che domani dovrebbe ottenere un quarto...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • carlo schieppati

    18 Marzo 2018 - 13:01

    Bè, chi credono di essere? Loro hanno i Berdjaev, i Solovyev, i Dostoevskij, i Solgenistsin. Noi abbiamo i Jovanotti, i Severgnini, gli Scanzi, i Saviano. Non c'è partita. Il nostro background culturale ci mette al sicuro sulle spalle di Theresa May, Macron, la Merkel, Trump...(e Renzi, Sarkozy, Obama..dove sono finiti? Ci mancano tanto). Comunque: Ivan Ilyin? Non ne sapevo nulla. Un buon piano di lavoro per il poco che mi resta.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    18 Marzo 2018 - 13:01

    Insomma Putin è o no l'omo nero? luis

    Report

    Rispondi

  • mauro

    18 Marzo 2018 - 12:12

    Però, però, caro Meotti, da quando la democrazia occidentale è passata da rispettabile libera consociazione di esseri umani a, possente militarmente, divinità politicamente corretta non è che con i suoi atteggiamenti ha giustificato certe considerazioni, dato ragione a certi sostenitori del nazionalismo russo? Non c'è una campagna in tutto l'Occidente contro Putin che è in realtà diretta contro il popolo russo che lo sostiene? Le democrazie occidentali non si stanno forse trasformando, senza rendersene conto, in un immenso vivaio di odio ideologico ? Gli anni di pace di cui l'Europa ha usufruito non l'hanno affatto migliorata, e la pretesa che la democrazia sia un vello d'oro da adorare e non un sistema politico con i suoi difetti da correggere rischia di comprometterne il futuro in più modi.

    Report

    Rispondi

Servizi