La fiesta dei ciarlatani

Dall’Onu ai premi Nobel, tutti quelli per i quali il Venezuela non poteva che essere un paradiso Benvenuti nel “mondo migliore” alternativo al capitalismo dove i poveri dimagriscono

26 Febbraio 2018 alle 11:35

La fiesta dei ciarlatani

Una manifestazione di protesta a Caracas contro la penuria di generi alimentari (foto LaPresse)

L’ultimo rapporto aveva stimato una perdita di nove chili a testa per ogni venezuelano. Giovedì, la Reuters ha aggiornato il bollettino della carestia. I venezuelani hanno riportato una perdita in media di undici chili. Quasi il 90 per cento della popolazione vive in condizioni di povertà (nel 2014 era il 48 per cento). Oltre il 60 per cento dei venezuelani intervistati afferma che durante i tre mesi precedenti si è svegliato affamato. Un quarto della popolazione mangia meno di due...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi