cerca

Trump e Gerusalemme capitale. Decisione giusta, uomo sbagliato

L’alleanza tra America e Israele più forte è e meglio è. Ma una decisione tanto forte e importante deve essere poi gestita e governata. E questa amministrazione sembra troppo impreparata per farlo

Claudio Cerasa

Email:

cerasa@ilfoglio.it

5 Dicembre 2017 alle 20:41

Trump e Gerusalemme capitale. Decisione giusta, uomo sbagliato

Donald Trump (foto LaPresse)

Al direttore - Trump infine ha deciso: gli Usa sposteranno l’ambasciata Usa a Gerusalemme. Un successo di Trump o un rischio per il medio oriente?

Luca Martini

 

La decisione giusta fatta dall’uomo sbagliato. Come abbiamo già scritto sul Foglio, quello di Trump è un gesto importante e per una volta gli va riconosciuto senza tentennamenti. L’alleanza tra America e Israele più forte è e meglio è per il medio oriente e per tutto il mondo che prova a opporsi ai nuovi e vecchi totalitarismi. Ma una decisione così forte e così importante deve essere poi gestita e governata, e dovrebbe rientrare all’interno di un piano strategico più grande (speriamo sia per esempio la base di un accordo regionale contro l’Iran). In una fase in cui però il dipartimento di Stato americano è sostanzialmente vuoto, in cui i pezzi da novanta dell’Amministrazione americana sono impegnati a difendersi nel Russiagate e in cui l’America è in balia dei suoi guai, non si può non riconoscere la bontà di una scelta (Gerusalemme è la capitale del popolo ebraico da 3.000 anni e la capitale dello stato d’Israele da 70 anni, anche se le principali istituzioni internazionali non l’hanno mai riconosciuta come tale). Ma non si può nemmeno ignorare il fatto che questa scelta non poteva essere fatta da un’amministrazione meno preparata a gestire una decisione che non sarà facile governare. Sul secondo punto vedremo (e non siamo ottimisti) sul primo punto, per ora, bene così.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    06 Dicembre 2017 - 14:02

    Tutto ciò, uomo o sue azioni che azzanni ai fianchi il Politicamente Corretto è "signum dei" Sfugge che la rivoluzione, la lotta, contro l'ottundente melassa della morale falsa e pelosa che si vuole imporre all'umanità, ha bisogno di tanti The Donald. Amen.

    Report

    Rispondi

  • Giovanni

    06 Dicembre 2017 - 11:11

    Vorrei sottolineare che per Israele Gerusalemme è già la Capitale e non da ora: Nel 1949 /50 ci fu la dichiarazione formale poi confermata con legge "fondamentale" della Knesset nel 1980. Parecchi uffici e ministeri dello stato israeliano sono a Gerusalemme, altri a Tel Aviv.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    06 Dicembre 2017 - 10:10

    Più il coro dei 'sapienti ' svillaneggia Trump più il mattocchio mi sembra una boccata di aria pura in tanto tanfo.luigi de santis

    Report

    Rispondi

  • adebenedetti

    06 Dicembre 2017 - 01:01

    Non mi stupisco. Per voi talebani del pensiero unico antiTrump l`attuale presidente ha sempre torto specie quando ha ragione. E` dal 1995 che aspetto. Gli altri promettevano,LUI mantiene.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi