cerca

Allarme Russia

Trump ridicolizza la Cia. Se ci sono prove d’interferenza, mostratele

13 Dicembre 2016 alle 05:18

cia trump
Quando Donald Trump dice che la Cia è “ridicola” nell’accusare la Russia di Vladimir Putin di interferenze nelle presidenziali americane e che, se lui avesse perso e avesse tirato fuori una questione simile, tutti avrebbero gridato “alle teorie del complotto”, ha gioco facile nello sminuire il ruolo delle spie americane: ha citato i report sulle armi di distruzione di massa mai trovate in Iraq, ha detto che la Cia è fatta di pregiudizi e di imbambolati, e ha già ridimensionato...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Redazione

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • carlo schieppati

    13 Dicembre 2016 - 16:04

    Non solo la CIA. Tutta l'Amministrazione americana è ridicola. Ridicola e criminale.

    Report

    Rispondi

  • torrealberto637

    13 Dicembre 2016 - 11:11

    Premesso che i servizi USA hanno spiano e registrato tutte le conversazioni dei leader mondiali (ricordo che Obama si è dovuto scusare con gli alleati europei), mi sembra assurdo che i Democratici anzicchè indignarsi per l'appoggio scorretto che partito e mass media hanno dato alla Clinton contro Sanders e per come sia stato gestito lo scandalo delle emails cancellate si focalizzino esclusivamente sulla possibilità che questi leaks abbiano potuto favorire Trump.

    Report

    Rispondi

Servizi