cerca

Cosa si sa dell'aereo precipitato a Malta

Morti i cinque passeggeri francesi dell'aereo. Tre di loro erano funzionari del ministero della Difesa, gli altri due erano dipendenti di una società privata canadese specializzata in intelligence e sicurezza.

24 Ottobre 2016 alle 16:25

Cosa si sa dell'aereo precipitato a Malta

L'aereo in fiamme dopo essere precipitato nell'aeroporto di Malta (foto LaPresse)

Un aereo di piccole dimensioni, un bimotore turboelica sviluppato dall''azienda statunitense Fairchild Metro, è precipitato poco dopo il decollo alle 7:20 di mattina sulla pista d'atterraggio dell’aeroporto internazionale di Malta. Il velivolo è stato subito avvolto dalle fiamme e nell'incidente hanno trovato la morte i cinque francesi presenti a bordo. Come riportato dalla nota del dicastero della Difesa di Parigi, tre delle vittime lavoravano per il ministero della Difesa francese, mentre gli altri due erano dipendenti della società privata canadese Cae Aviation, proprietaria del velivolo e specializzata in sicurezza, intelligence e servizi di ricognizione.

 


Un video girato dall'interno di un'auto vicino all'aeroporto di Malta


 

Secondo quanto riferito dal governo maltese, l'aereo era impegnato in operazioni di sorveglianza francesi contro i traffici illeciti di droga e di esseri umani nel Mediterraneo. Queste operazioni, ha comunicato il governo francese, andavano avanti da cinque mesi. Secondo fonti citate da Times of Malta l'aereo era diretto in Libia. "I resti dei cinque cittadini francesi sono stati trovati", ha detto inoltre il premier maltese Joseph Muscat, aggiungendo che i video e le testimonianze oculari "indicano che non c'è stata alcuna esplosione prima dell'impatto". Alcuni esperti contattati dal Times of Malta hanno ipotizzato che, sulla base dei video, l’incidente può essere stato causato da problemi tecnici o da difficoltà riscontrate dal pilota durante il volo.

 


 

 


 

Le prime testimonianze riferivano che l'aereo era stato noleggiato da Frontex, un'agenzia dell'Unione europea che si occupa della gestione e della sorveglianza delle frontiere comunitarie, ma quest’ultima ha smentito con un tweet il coinvolgimento di membri del proprio staff nell'incidente aereo.

 


 


 

Anche Federica Mogherini, Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, ha scritto su Twitter: "Il volo non era collegato ad alcuna attività dell'Ue".

 


 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi