Venezuela, destino Manifesto

Il quotidiano comunista dà spazio alle farneticazioni di Maduro, per il quale la crisi alimentare, sanitaria e democratica è causata da un complotto di “gruppi economico-politici che dipendono dal finanziamento della destra internazionale”.

 

13 Luglio 2016 alle 06:10

Venezuela, destino Manifesto

Il presidente venezuelano Nicolás Maduro (foto LaPresse)

Sul manifesto l’epopea chavista supera la descrizione della Vtelca, la ditta di smartphone socialisti a cui il quotidiano comunista aveva dedicato intere paginate (“Entriamo in una fabbrica che avanza nel futuro con lo sguardo voltato all’indietro, come l’Angelus Novus”). Ora il Manifesto intervista direttamente Nicolás Maduro, l’ex autista di autobus e vice di Chávez, che sta conducendo il Venezuela verso la catastrofe. In quello che praticamente è un monologo, il presidente venezuelano dice che la crisi alimentare, sanitaria e democratica...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi