Nbc si butta sul giornalismo anfibio di BuzzFeed per assicurarsi un futuro

Il network Nbc sta per chiudere un investimento da 250 milioni di dollari in BuzzFeed, sito di news, liste, meme, foto di gattini e altre amenità internettiane. Con l’ingresso di Nbc la piattaforma guidata da Jonah Peretti sfiorerebbe il valore di 1,5 miliardi di dollari.

1 Agosto 2015 alle 06:15

Nbc si butta sul giornalismo anfibio di BuzzFeed per assicurarsi un futuro

New York. Il network Nbc sta per chiudere un investimento da 250 milioni di dollari in BuzzFeed, sito di news, liste, meme, foto di gattini e altre amenità internettiane. Con l’ingresso di Nbc la piattaforma guidata da Jonah Peretti sfiorerebbe il valore di 1,5 miliardi di dollari. Non è il solo affare che il gigante della televisione controllato dal supergigante delle telecomunicazioni Comcast sta cercando di aggiudicarsi spulciando fra le iniziative digitali più interessanti.

 

Nbc è in trattative anche con Vox, la piattaforma di explanatory journalism guidata da Jim Bankoff, che non è un “unicorno” – così nella Silicon Valley chiamano le start up che superano il valore di un miliardo – ma vorrebbe presto diventarlo. L’attivismo di Nbc si spiega con il fatto che il Ceo, Steve Burke, ha dato ordine di fare di tutto per raggiungere il pubblico dei millennial, i ragazzi cresciuti nella frammentazione comunicativa digitale e che non afferrano il linguaggio rigido dei vecchi palinsesti televisivi. L’idea dalle parti del Rockefeller Center, insomma, è quella di svecchiare scatola e contenuti, non gettando alle ortiche il glorioso passato ma prostrandosi al verbo dell’integrazione e della sinergia. Il Wall Street Journal la scorsa settimana ha scritto che Burke sta bussando a molte altre porte nel mondo digitale, fra cui anche quella di Vice e di Business Insider.

 

Il modello inaugurato da Vice, la major che un tempo fu l’idolo del mondo indie, è un po’ l’apripista per tutti gli altri affari per combinare nuovi media e vecchia televisione. Lo scorso anno la piattaforma televisiva A&E, di proprietà della Disney, ha investito 250 milioni di dollari nell’azienda di Brooklyn, manovra di avvicinamento verso l’obiettivo finale, la creazione di un canale tematico interamente gestito da Vice, che ha trovato una miniera d’oro nella produzione di documentari e videoinchieste. Il progetto sta andando a rilento per via di una disputa legale con Direct Tv, che distribuisce i contenuti via satellite, e il ritardo offre a Nbc l’occasione per avventarsi sul network per tentare operazioni analoghe. A maggio l’amministratore delegato di BuzzFeed ha detto che “la televisione e i film sono aree dove potremmo iniziare a sperimentare”, che è un ritornello che si stente spesso fra gli imprenditori del settore, tutti impegnati a capire come sfruttare contenuti video prodotti internamente. Soltanto che non tutti gli imprenditori di news attirano l’attenzione di Nbc, che ha risorse, mezzi e tradizione per poter cambiare radicalmente le ambizioni di un luogo come BuzzFeed, nato come aggregatore di cose leggere e tutto sommato perdibili e che crescendo è diventato un modello ibrido di riferimento per chiunque cerchi di capire come sta cambiando il giornalismo. BuzzFeed di recente ha sancito l’alleanza con   gli investitori Andreessen-Horowitz, angel investor della tecnologia che tuto il mondo  guarda per cercare di capire quale sarà la next big thing e quali start up rimarrano soltanto delle promesse. L’azienda di Peretti ha la flessibilità per attirare contemporanemante i capitali della Silicon Valley, che scomette su cose che noi umani non potremmo immaginare, e quelli delle vecchie corporation della comunicazione. E’ come se fosse un intermediario fra il vecchio e il nuovo mondo, un catalizzatore al centro di due correnti apparentemente incompatibili.

 

[**Video_box_2**]Rumors interni dicono che le proiezioni di ricavo di BuzzFeed per quest’anno sono attorno ai 250 milioni, un aumento significativo dovuto in gran parte ai native ads prodotti dall’unità video, acquartierata a Los Angeles e guidata dal leggendario comico-imprenditore Ze Frank. BuzzFeed si è concentrato innanzitutto sulla produzione di contenuti per gli sponsor da consumarsi esclusivamente sui social network, senza passare dalla homepage. Un modello stratificato, anfibio, che mette insieme linguaggi e metodi comunicatici diversi, mdellati su un pubblico che sfugge ai sondaggi d’opinione e agli studi di mercato. Proprio quello di cui un monolite come Nbc ha bisogno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi