cerca

Una vecchia tresca con una supergiornalista fa apparire lo scialbo Ed Miliband un maschio alfa

I ricordi di Justine Thornton in Milband, del primo incontro con il marito Ed: “Si vedeva in segreto con la donna che ci aveva invitati a cena”. Era Stephanie Flanders, la giornalista economica più famosa del paese.

10 Aprile 2015 alle 20:25

Una vecchia tresca con una supergiornalista fa apparire lo scialbo Ed Miliband un maschio alfa

Ed Miliband con la moglie Justine Thornton

Londra. “Voleva solo discutere di economia, certo non il mio argomento preferito. La nostra conversazione era in un vicolo cieco”. Se a parlare fosse stata Samantha Cameron, il pesante silenzio si sarebbe subito dissolto in allegria grazie a qualche scenetta buffa con David protagonista e lei intenerita davanti a tanta goffagine bonaria. Invece qui siamo nell’album dei ricordi di Justine Thornton in Milband, che parlando al tabloid di sinistra Daily Mirror ha deciso di raccontare con tono piccato e un po’ acido il primo incontro con il marito Ed.


Nel 2004 l’avvocatessa specialista di temi ambientali e l’allora consulente del ministero del Tesoro si ritrovarono a casa di un’amica comune. Lei lo trovò “attraente e intelligente” e, pensandolo anche libero da legami sentimentali, si lasciò annoiare sui temi economici di cui sopra prima di scoprire la verità: “Si vedeva in segreto con la donna che ci aveva invitati a cena”. Una volta a conoscenza del retroscena “ero furiosa”, ha detto Justine, donna dalla verve assai flebile nonostante il passato da attrice nelle sitcom da adolescenti, prima di passare a raccontare la storiella edificante del secondo incontro tra lei e il candidato premier, avvenuto mentre lei faceva volantinaggio e un dobermann le si era avventato sulla mano, ferendola. Era lì che Ed il seduttore noioso aveva fatto spazio a Ed il premuroso, accorso a fasciarle la mano offesa e poi, poco dopo, a sposarla.


All’unica domanda importante l’intervista non dava però risposta: da chi erano a cena, nel 2004? Ci ha pensato il Daily Mail a chiarire l’arcano e il Telegraph a cercare di far sbocciare uno scandalo. La padrona di casa era Stephanie Flanders, la giornalista economica più famosa del paese, una che a meno di 30 anni scriveva i discorsi al ministro del Tesoro americano Larry Summers e che negli anni in cui si vedeva con Miliband era uno dei volti di punta della Bbc, attraversava il paese in bicicletta alla ricerca di storie e presentava le puntate economiche di Newsnight, talk show stringato e impeccabile dell’emittente, prima di passare le redini a Robert Peston. Bella, bionda un po’ mascellona, giornalista agguerrita come quelle che si vedono in “House of Cards”, figlia di Michael del duo comico-musicale Flanders&Swann famoso negli anni 60, sebbene sia passata a lavorare per JP Morgan nel 2013 Stephanie è un volto noto e rassicurante per i britannici.


Certa stampa vorrebbe vedere del torbido in questa vecchia relazione troppo endogamica tra l’allora giornalista e l’allora principale consulente economico di Gordon Brown. Che fossero stati insieme negli anni 90 si sapeva, ma che fossero rimasti insieme anche dopo era segreto. Anni fa Ed Miliband, evidentemente più competitivo di quanto l’aspetto mite suggerisca, ci tenne a precisare che anche il suo cancelliere ombra, Ed Balls, aveva avuto una tresca con la Flanders. “Siamo stati tutti e due con lei, ma c’è stato un lungo periodo tra me e Ed. Ormai per Stephanie e me non è un problema quando ci incontriamo”, aveva spiegato. Stephanie all’epoca commentò che con Miliband era stata una relazione “breve e di tanti anni fa”, mentre quella con Balls, che ora è sposato con la compagna di partito Yvette Cooper, sarebbe stata più lunga, anche perché lavoravano insieme al Financial Times dove scrivevano la rubrica Leaders.


Chissà che a Ed Miliband, che fa venire i sudori freddi anche ai suoi sostenitori quando presenta le sue misure economiche molto drastiche, non faccia bene essere associato a una donna come Flanders, che nel giro di una giornata è riuscita a farlo passare da un’immagine di secchione a una di uomo sexy con ex fidanzate molto Donna Alpha. Non che Justine non lo sia, ma nei sondaggi sulle First Lady continua ad arrivare terza dopo la solare e ultraposh Sam Cam, che elargisce sorrisi e buon senso, e la valchiria ispanica Miriam Gonzalez Durantez in Clegg, bellissima, elegantissima, con uno stipendio da 500 mila sterline all’anno e particolarmente incline a sminuire un marito già uscito a pezzi da cinque anni da vicepremier. “Dibattito è una parola altisonante per descrivere Miriam che dice di no”, ha spiegato ieri Nick Clegg, per esempio.


E poi c’è Justine, così riservata e middle class, che dice di non essere “solo un bel vestito” (anche se non ne indossa, a essere sinceri) e a cui è servito un dobermann per rompere il ghiaccio con suo marito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi