cerca

È ora di attrarre, non di spaventare

Il caso Fca, i tic anti imprese, il nuovo stato etico. Un paese con la testa sulle spalle non dovrebbe chiedersi come puniamo le multinazionali ma come facciamo a farle sentire di più a casa

19 Maggio 2020 alle 06:00

È ora di attrarre, non di spaventare

Foto LaPresse

Copiare invece che frignare. Capire invece che piagnucolare. Studiare invece che minacciare. L’incredibile polemica andata in scena negli ultimi giorni sul caso Fca ha mostrato una capacità innata della classe dirigente italiana di perdere di vista la differenza tra ciò che in un dibattito coincide con la fuffa e ciò che in un dibattito coincide invece con la ciccia.   La ciccia della questione non ha a che fare con la possibilità o meno che Fca possa ottenere il prestito...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Claudio Cerasa

Claudio Cerasa

Nasce a Palermo nel 1982, vive a Roma da parecchio tempo, lavora al Foglio dal 2005 e da gennaio 2015 è direttore. Ha scritto qualche libro (“Le catene della sinistra”, con Rizzoli, “Io non posso tacere”, con Einaudi, “Tra l’asino e il cane. Conversazione sull’Italia”, con Rizzoli, “La Presa di Roma”, con Rizzoli, e "Ho visto l'uomo nero", con Castelvecchi), è su Twitter. E’ interista, ma soprattutto palermitano. Va pazzo per i Green Day, gli Strokes, i Killers, i tortini al cioccolato e le ostriche ghiacciate. Due figli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni

    19 Maggio 2020 - 14:17

    Già FCA ha abbandonato fiscalmente e azionariamente l'Italia, ora solo perchè FCA ha chiesto allo stato degli appoggi finanziari tutti si innervosiscono. Faccio presente che in Germania Wolkswagen che sta attraversando un periodo difficile come tutto l'automotive europeo ha chiesto allo stato degli aiuti finanziari. L'automotive è in Europa lil maggiore settore industriale. FCA ha in Italia quattro fabbriche ma ne ha altre 16 nel resto del mondo. Non vorrei che FCA spostasse qualche fabbrica italiana in qualche altro paese. Romania, Bulgaria Slovenia , ecc non aspettano altro.

    Report

    Rispondi

  • Andrew

    Andrew

    19 Maggio 2020 - 12:54

    La versione cacio e pepe, “all’italiana”, dei nostri capitani coraggiosi per i quali il precetto a cui sono affezionati è: socializzare le perdite, e i rischi, privatizzare i profitti. Perché non dire, da destra, che accomodarsi nei paradisi fiscali per risparmiare sulle tasse in nome del profitto per poi chiedere la garanzia pubblica per non rischiare il proprio capitale non è cosa “liberal” ma un’autentica nefandezza? Dove sono finiti i bei discorsi sull’imprenditore che rischia? Qui si vedono solo grandi capitalisti che si parano le terga con la mano pubblica. Lo Stato imprenditore, com’è giusto, non piace; invece, lo Stato garante è graditissimo. Una riflessione critica su alcuni modelli imprenditoriali, generati da dinastie industriali ottocentesche, non la si dovrebbe lasciare nelle mani della sinistra ma rivendicarla alla competenza di una destra liberale, depurata del dogma liberista. O il concetto di interesse nazionale prevalente è tabù per i liberali di questo Paese?

    Report

    Rispondi

  • RobertoS

    19 Maggio 2020 - 11:16

    Diciamo che FCA avendo bilanci in perdita non paga le tasse ma ha perdite riportabili che generano un credito utilizzabile a fronte di utili futuri. Per chiarezza e completezza dell’informazione.

    Report

    Rispondi

    • Yogurt

      19 Maggio 2020 - 18:02

      Infatti, potevamo farlo anche noi l'istituto del carry-back ma non l'abbiamo fatto e l'Olanda ce l'ha mentre per il carry forward è 9 anni per l'Olanda e solo 3 anni per l'italia.

      Report

      Rispondi

    • Massimo47

      19 Maggio 2020 - 12:20

      Sì? E i contributi INPS e l'IRPEF pagate dai lavoratori (diretti o dell'indotto) che ruotano in FCA ove li mettiamo? Saremmo più contenti di averli disoccupati per il gusto di fare dispetto ad FCA?

      Report

      Rispondi

Servizi