cerca

Elkann ha smentito tutti

Il destino capovolto del nipote che sembrava destinato a chiudere la ditta, e invece ha restaurato l’impero

4 Dicembre 2019 alle 06:00

Elkann ha smentito tutti

John Elkann (foto LaPresse)

Nei giorni drammatici del convertendo, quando nel 2005 le banche prestarono tre miliardi alla Fiat che ormai appariva destinata a un irrimediabile fallimento, il ventinovenne John Elkann era solo “il nipote”, l’erede di Gianni Agnelli, il ragazzo la cui esistenza sembrava un distillato di pene incruente, compresse, quietamente corrosive. Circondato e protetto da Gianluigi Gabetti e Franzo Grande Stevens, gli ultimi uomini dell’Avvocato, Elkann era il giovane che parlava con una voce sempre in sordina, come se temesse che ogni...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Salvatore Merlo

Salvatore Merlo

Milano 1982, giornalista. Cresciuto a Catania, liceo classico “Galileo” a Firenze, tre lauree a Siena e una parentesi erasmiana a Nottingham. Un tirocinio in epoca universitaria al Corriere del Mezzogiorno (redazione di Bari), ho collaborato con Radiotre, Panorama e Raiuno. Lavoro al Foglio dal 2007. Ho scritto per Mondadori "Fummo giovani soltanto allora", la vita spericolata del giovane Indro Montanelli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • ullisecundus

    ullisecundus

    04 Dicembre 2019 - 23:13

    Io penso,che la fortuna di John Elkann sia quella di avere incontrato Sergio Marchionne. Da lui ha imparato tutto, non solo a livello professionale ma anche a quello umano. Accanto a Marchionne il giovane Elkann è cresciuto, maturato, responsabilizzato e insieme hanno fatto grandi cose nel mondo. Ho sempre avuto grande rispetto per questi due personaggi. Sembra, che appunto fino ad ora e anche senza più l'amministratore delegato amico, l'impero lasciato dal nonno, Gianni Agnelli, sia al sicuro nelle mani del giovane nipote. E' un fatto positivo anche per l'Italia. kriszt49

    Report

    Rispondi

Servizi