cerca

Cosa c’è dietro la guerra su Gedi (e Rep.)

Una saga familiare, una rivalità di interessi, uno scontro di personalità, due visioni della stampa

3 Dicembre 2019 alle 06:00

Cosa c’è dietro la guerra su Gedi (e Rep.)

Da sinistra Carlo De Benedetti, Gaudenzio Bono e Gianni Agnelli (foto LaPresse)

Il consiglio di amministrazione della Cir ieri ha deciso. Il gruppo Gedi passa a Exor. La Borsa applaude premiando la Cir (+12 per cento) non Exor (-2 per cento). I giornalisti non nascondono la loro preoccupazione. Dal punto di vista economico la scelta è razionale. La Repubblica ha perso la metà delle copie e dei ricavi rispetto ai picchi che aveva raggiunto e bisognerà investire molti quattrini per rilanciarla; inoltre si è dissolto anche il bacino di lettori al quale...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Stefano Cingolani

Nato nel bel mezzo del secolo scorso a Recanati, è tornato alla luce in seguito a recenti scavi. Dopo tanto girovagare per giornali (L’Unità, Il Mondo, Corriere della sera, Il Riformista) e città (Milano, New York, Parigi), in cerca di stimoli e affetti, ha trovato al Foglio il rifugio agognato. Ha scritto “Le grandi famiglie del capitalismo italiano” e “Guerre di mercato”. Sopraffatto dalla colpa per non essere riuscito ad assicurare un futuro certo alla figlia maggiore e per non fare i compiti con quella minore, passa il tempo tra l’impero romano-cristiano e la terza globalizzazione (prima o poi riuscirà a spiegare entrambi?). Va al mare sul Baltico, ma vorrebbe essere sul Patna con Lord Jim o a Long Island con Jay Gatsby.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Skybolt

    03 Dicembre 2019 - 18:45

    Magari solo la convenienza a mettere il silenziatore a gran parte della stampa italiana de senestra in vista della chiusura degli stabilimenti italiani. Un affare, è costato meno di Cristiano Ronaldo.

    Report

    Rispondi

  • luiga

    03 Dicembre 2019 - 09:23

    si, perchè Repubblica ha sempre indicato una via politica schierata ma aperta, ora sembra il fprtino dei tartari per difendere gli ultimi e vecchi rossi e castiga chinque non abbia frequentato le Frattocchie. Un passato glorioso gettato alle ortiche senza competenza nè lungimiranza.

    Report

    Rispondi

Servizi