cerca

La pessima idea di impoverire Milano

Per il ministro Provenzano, “questa città attrae ma non restituisce”. È molto peggio di una gaffe: è un errore teorico e politico. Nell’economia globale vincono le città e ce ne vorrebbero molte altre. Non è colpa del nord se il sud soffre

Luciano Capone

Email:

capone@ilfoglio.it

13 Novembre 2019 alle 06:00

La pessima idea di impoverire Milano

Milano, gli Orti fioriti di Citylife

Roma. “Decantiamo Milano, ma a differenza di un tempo oggi questa città attrae ma non restituisce quasi più nulla”, ha dichiarato il ministro per il Sud Giuseppe Provenzano in un convegno organizzato dall’Huffington Post e dalla Fondazione Feltrinelli a Milano. “La sua centralità, importanza, modernità e la sua capacità di essere protagonista delle relazioni e interconnessioni internazionali non restituisce quasi niente all’Italia”, ha detto sempre a proposito del capoluogo lombardo. Le parole dell’esponente del Pd hanno suscitato molte reazioni, anche...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Luciano Capone

Luciano Capone

Sono cresciuto in Irpinia, a Savignano. Sono al Foglio da 12-13 anni, anche se il Foglio non l’ha mai saputo, da quando è diventato la mia piacevole lettura quotidiana. Dal 2014 sono sul Foglio e stavolta lo sa anche il Foglio. Liberista sfrenato, a volte persino selvaggio.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • guido.valota

    13 Novembre 2019 - 19:13

    Provenzano pare così sostituirsi a Fedro nell'adattamento italico del lupo e dell'agnello. Magari lo SVIMEZ potrebbe assumere i laureati meridionali che quei furbacchioni di Milano fanno a gara per accaparrarsi, visti i risultati brillanti degli investimenti per l'istruzione nel Mezzogiorno.

    Report

    Rispondi

  • Giovanni

    13 Novembre 2019 - 08:16

    Semmai ce ne fosse stato bisogno le parole del ministro Provenzano dimostrano come ormai il PD zingarettiano sia sempre più simile ai 5 stelle. Desolante.

    Report

    Rispondi

Servizi