cerca

Torino, Fca, gli editori grigi

Lo scontro su Rep. nasconde altri duelli: gli eredi che preoccupano Cdb sono gli Elkann prima ancora dei figli

16 Ottobre 2019 alle 09:52

Torino, Fca, gli editori grigi

John Elkann (foto LaPresse)

Una intuizione, un lampo, un sospetto gonfiatosi in furore. E giovedì sera improvvisamente Carlo De Benedetti ha deciso, d’impeto come quando era l’Ingegnere con la maiuscola e sfidava in Italia, in Belgio, in Francia, l’establishment conservatore di finanzieri esangui, ricchi solo di appannati blasoni, con il quale invece duettava l’Avvocato. Due personalità tanto forti quanto diverse, due Torino, due icone dell’economia e della politica nel tempo in cui sotto la cenere e i detriti della Prima Repubblica, covava il sacro...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Stefano Cingolani

Nato nel bel mezzo del secolo scorso a Recanati, è tornato alla luce in seguito a recenti scavi. Dopo tanto girovagare per giornali (L’Unità, Il Mondo, Corriere della sera, Il Riformista) e città (Milano, New York, Parigi), in cerca di stimoli e affetti, ha trovato al Foglio il rifugio agognato. Ha scritto “Le grandi famiglie del capitalismo italiano” e “Guerre di mercato”. Sopraffatto dalla colpa per non essere riuscito ad assicurare un futuro certo alla figlia maggiore e per non fare i compiti con quella minore, passa il tempo tra l’impero romano-cristiano e la terza globalizzazione (prima o poi riuscirà a spiegare entrambi?). Va al mare sul Baltico, ma vorrebbe essere sul Patna con Lord Jim o a Long Island con Jay Gatsby.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi