cerca

Banca d'Italia e Corte dei Conti smontano il mito del recupero dell'evasione

Nelle audizioni parlamentari sulla Nota di aggiornamento al Def molti dubbi sulle coperture indicate dal governo e un auspicio: bisogna tenere basso il debito “approfittando dei tassi d'interesse bassi”

8 Ottobre 2019 alle 14:49

Banca d'Italia e Corte dei Conti smontano il mito del recupero dell'evasione

Il premier Giuseppe Conte e il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri (foto LaPresse)

La vulgata rossogialla secondo cui, d'un tratto, il nuovo governo sarà in grado di estrarre risorse inedite dalla lotta all'evasione non convince la Banca d'Italia. Chiamato ad esprimersi sulla Nota di aggiornamento al def in audizione davanti alle commissioni Finanze e Bilancio di Camera e Senato, il vicedirettore generale dell'istituto, Luigi Federico Signorini, ha ricordato che i “progressi nel contrasto all’evasione fiscale richiedono tempo” e che “gli effetti delle misure che si introducono e i loro tempi non possono essere quantificati...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi