cerca

Se il governo vuole svuotare Tim almeno risparmiamoci i piagnistei

Se il titolo affonda ancora non è per colpa dei capitalisti privati ma per l’intesa tafazzista tra Elliott e Cdp. Memento

5 Febbraio 2019 alle 11:50

Tim

Foto LaPresse

Alla presentazione de “L’Italia: molti capitali, pochi capitalisti” il libro scritto da Beniamino Piccone per Guido Roberto Vitale, svoltasi la settimana scorsa a Milano, sono risuonate le note accuse al nostro capitalismo: familistico, opportunista, incapace di grandi progetti, come dimostrato dal fatto di non avere costruito grandi imprese. Nessuno ha però indicato che le prossime settimane potrebbero segnare la fine di una delle poche che son rimaste: se Tim perderà il controllo della propria rete, rimarrebbe solo più un rivenditore...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Franco Debenedetti

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Skybolt

    05 Febbraio 2019 - 12:12

    Questi alti lai mi ricordano molto gli strilli di quando Terna venne separata da ENEL. Tim non è in grado di stare in piedi senza la rete fissa dorsale? Si riorganizzi. E' da quando è stata privatizzata che ha in pancia il passato monopolista che le impedisce di essere un competitor vero nelle telco: la presunta posizione di vantaggio proveniente non fa che attirare investitori che poi non hanno il coraggio di ristrutturare.

    Report

    Rispondi

Servizi