cerca

Così Fazio ammicca ai gialloverdi mentre Draghi li bacchetta

L’ex governatore di Bankitalia spiega perché è d’accordo con Savona su deficit, investimenti e abiura del bail-in

13 Ottobre 2018 alle 06:09

Così Fazio ammicca ai gialloverdi mentre Draghi li bacchetta

Foto Imagoeconomica

Roma. Il commissario europeo Jean-Claude Juncker picchia duro in una intervista a Le Monde: “L’Italia non rispetta la parola data”. Il Fondo monetario dal meeting di Bali boccia l’aumento del deficit pubblico: “Pensiamo che un allentamento fiscale di tale portata in Italia nelle attuali circostanze non sia corretto”, dice Poul Thomsen, capo del dipartimento europeo e se la prende anche con i governi precedenti: “Credo seriamente che per diverso tempo non sia stato seguito il consolidamento di bilancio che ha...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • eleonid

    13 Ottobre 2018 - 09:09

    Facendo considerazioni da bar, e me ne scuso considerato il livello, sembrerebbe che l'Italia abbia le carte in regola per sfidare il grosso debito con altro debito che dovrebbe permettergli di crescere e quindi aumentare il pil più del deficit, cosicché il famoso rapporto deficit/pil diminuirebbe Così facendo accontenteremmo la nostra Europa e potremmo distribuire ricchezza . Ma il dilemma sta che i nostri guardiani , Europa e il mercato, non vi credono.Non vogliono che noi distribuiamo ricchezza che non abbiamo. Ma perché? Non siamo , economisti e politici, troppo bravi per convincerli? O perché siamo inaffidabili? Al popolo bisognerebbe spiegare con argomentazioni da bar questo qui pro quo, senza fare del nazionalismo da quattro soldi.

    Report

    Rispondi

    • fiorevalter

      13 Ottobre 2018 - 22:10

      bisognerebbe spiegare al "popolo" che se un corridore non va abbastanza veloce è perché magari si deve portare uno zaino in spalla da 20 kg ...e quello zaino si chiama debito, burocrazia folle, giustizia inefficiente e in qualche caso peggio, bassa scolarità, ecc. ecc. Ah, bisognerebbe anche dire che queste cose si possono, anzi si dovrebbero capire da soli, senza che ce lo venga a dire, l'EU, il FMI, la BCE, i mercati...

      Report

      Rispondi

Servizi