cerca

Contenuto sponsorizzato

Automobili con targa straniera: perché non conviene, neanche a noleggio

Aumentano i noleggi di auto immatricolate all'estero. Ma vale la pena? Quali sono i rischi?

14 Marzo 2018 alle 16:12

Automobili con targa straniera: perché non conviene, neanche a noleggio

Sempre più spesso in Italia si vedono circolare vetture con targhe straniere ed aumenta l’attenzione degli automobilisti italiani verso prodotti finanziari che permettano di noleggiare auto immatricolate all’estero. Ma quali rischi si corrono? Quanto sono affidabili le società di intermediazione che forniscono tali servizi? Sono servizi paragonabili al Noleggio a Lungo Termine offerto dalle società internazionali con filiali in Italia?

 

Lo abbiamo chiesto ad Alessandro Borrelli, fondatore e General Manager di Noleggio Semplice, azienda leader nel settore del noleggio a lungo termine in Italia.

 

Cosa dice il codice della strada sulle targhe straniere

 

Partiamo con la normativa che regola la circolazione dei veicoli in Italia: il Codice della strada. Alessandro Borrelli ci spiega che "Il Codice della strada consente di guidare vetture con targa estera in Italia solo per un anno. Trascorso tale periodo, i veicoli dovranno necessariamente essere immatricolati nuovamente in Italia. Un cittadino italiano quindi potrà evitare il pagamento del bollo e dell’assicurazione italiana solo per 12 mesi".

 

Ma ne vale la pena? Quali sono i rischi?

 

"Secondo il codice, l’automobilista sorpreso a circolare in Italia con una vettura con targa di un altro Paese, avrà l’onere di provare che la data di ingresso del veicolo sul territorio italiano non sia antecedente ai 12 mesi e, in caso di mancata prova, dovrà pagare una sanzione amministrativa fino a 335 euro, subendo inoltre il ritiro della carta di circolazione ed il fermo amministrativo del mezzo. Un ulteriore rischio in cui si potrebbe incorrere, nel caso di incidente con controparte, è la difficoltà di gestire un risarcimento per danni. In caso di impossibilità a recuperare la somma dovuta dall’assicurazione estera, la controparte, infatti, potrebbe agire direttamente contro l’utilizzatore del veicolo".

 

Noleggio a lungo termine con targa straniera

 

Le auto con targhe straniere offerte in formula noleggio a lungo termine possono sembrare più economiche rispetto alle vetture immatricolate in Italia. Questa pratica, tuttavia, nasconde parecchie problematiche. Alessandro Borrelli ci spiega la situazione: "Sul web si stanno diffondendo numerosi siti internet che offrono tra i loro servizi la possibilità di “noleggiare” vetture immatricolate in Bulgaria, Romania, Repubblica Ceca e Germania. Si tratta, di solito, di piccole società con sede legale in uno dei Paesi succitati, con un indirizzo e-mail ed un numero mobile italiano per eventuali richieste telefoniche. Nessun ufficio o dipendente in Italia e nessuna informazione circa la formula finanziaria che permetterebbe di accedere a questo servizio. Di solito, vengono utilizzate società finanziare che impegnano il richiedente con un finanziamento o un leasing per 4/5 anni, lasciando però le vetture intestate all’azienda estera.

 

Cosa accadrebbe quindi se le società intestatarie delle vetture dovessero chiudere? Chi continuerebbe ad elargire i servizi assicurativi? Come farebbe l’utilizzatore a guidare una vettura di una società chiusa o addirittura fallita?

 

“Molto probabilmente in uno di questi casi il veicolo e tutte le somme pagate e da pagare sarebbero perdute e all’incauto acquirente non resterebbe altra opzione che quella di restituire la vettura per non incorrere in un illecito penale".
Come funziona invece il noleggio a lungo termine in Italia?

 

"Il Noleggio a Lungo Termine propriamente detto è invece un servizio offerto in Italia da poche società specializzate con sede legale in Italia e spesso in tanti altri paesi nel mondo. Si tratta normalmente di filiali italiane di grossi gruppi internazionali che fanno capo ad importanti banche. Pur avendo sedi in tutto il mondo, queste società noleggiano solo vetture immatricolate ed acquistate in Italia, evitando, proprio perché illegale, di far circolare veicoli con targhe di altri Paesi. Le filiali delle grandi società di Noleggio hanno capitali sociali di milioni di euro e centinaia di dipendenti sul territorio italiano. Il contratto di Noleggio a Lungo Termine rispetta la legislazione e non prevede l’apertura di alcun finanziamento in capo ai clienti.

 

In sintesi, si tratta di un prodotto sicuro e regolamentato, che offre un’assoluta garanzia agli utilizzatori, completamente diverso dal “noleggio” con targa straniera sul cui reale funzionamento rimangono molti dubbi e ombre. La vettura personale o le flotte per la propria azienda sono investimenti importanti che hanno un impatto economico forte sul singolo e sull’azienda. Perciò, affidarsi per la propria mobilità a partner di indiscusso valore è il presupposto principale per non incorrere in problematiche difficilmente risolvibili".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi